33 fatti interessanti sull'Everest

Il possente Everest è già stato conquistato molte volte da coraggiosi scalatori, ma questo non toglie nulla alla sua grandezza. La vetta, che si erge per molti chilometri, è fatta di rocce antiche, come se guardasse con condiscendenza le minuscole persone che si agitano ai suoi piedi. La sensazione che ricopre una persona che guarda la montagna più alta del mondo è difficile da descrivere a parole – deve essere sperimentato.

Fatti interessanti sull’Everest

  1. Il secondo e più corretto nome della vetta è Chomolungma.
  2. Ora l’altezza della vetta dell’Everest è di 8 chilometri e 848 metri, ma a causa dell’azione delle forze tettoniche, a volte cambia leggermente.
  3. La pressione atmosferica in cima all’Everest è solo un terzo della norma e la stragrande maggioranza delle persone morirebbe per mancanza di ossigeno. Tuttavia, alcuni alpinisti hanno conquistato questa vetta senza una maschera di ossigeno.
  4. I venti di uragano che raggiungono velocità di 200 km/h non sono rari in cima all’Everest (fatti interessanti sugli uragani).
  5. Puoi scalare l’Everest dal territorio di due paesi, dal Nepal o dalla Cina, dall’altopiano tibetano.
  6. In media, una scalata all’Everest, tenendo conto di tutti i costi, attrezzatura e altre spese, costa a uno scalatore da 30 a 85 mila dollari.
  7. Tra tutte le montagne del mondo, l’Everest è la vetta più alta, ma non la più pericolosa. Un’altra vetta himalayana, l’Annapurna, è molto più pericolosa nelle statistiche dell’arrampicata. Più del 30% dei tentativi di conquistarlo finiscono con la morte dello scalatore. Il tasso di mortalità durante la conquista del Chomolungma oscilla intorno al 10% (fatti interessanti sulle montagne).
  8. Per la prima volta, un uomo ha conquistato la vetta dell’Everest senza maschere e bombole di ossigeno nel 1980. Il record è stato stabilito dall’italiano Reinhold Messer. Inoltre, ha stabilito il suo record da solo.
  9. Dal 1969, l’unico anno in cui nessun alpinista è morto sulle pendici dell’Everest è stato il 1977.
  10. In inverno, temperature in cima all’Everest a volte scende a -60 gradi.
  11. Nel 2001 un altro italiano è sceso dalla vetta dell’Everest su uno snowboard. L’anno successivo tentò di scalare di nuovo questa montagna, ma durante l’arrampicata scomparve.
  12. La montagna ha preso il nome europeo in onore del geometra inglese George Everest.
  13. Il più giovane conquistatore dell’Everest aveva 13 anni e il più anziano ne ha 80.
  14. I corpi degli scalatori morti non possono essere evacuati giù, quindi rimangono proprio lì sui pendii e spesso fungono da punti di riferimento per altri conquistatori di montagne. Molti scompaiono sotto la neve e nelle gole delle montagne.
  15. La vetta dell’Everest cresce di circa 4 mm ogni anno a causa delle forze tettoniche.
  16. In cima c’è Internet.
  17. La prima persona che è salita più in alto dell’Everest su un parapendio motorizzato è stata la famoso «prepper» e presentatore televisivo Bear Grylls.
  18. In media, scalare l’Everest richiede agli scalatori circa 2 mesi, tenendo conto del tempo di acclimatamento, e durante questo periodo i conquistatori delle montagne perdono 10-15 kg di peso.
  19. Dal 1974 la vetta dell’Everest viene conquistata ogni anno.
  20. Il permesso di scalare l’Everest costa 10-12 mila dollari. Questa tassa è riscossa dalle autorità del Nepal su tutti.
  21. Nel 1999, uno scalatore nepalese ha stabilito un record di velocità per scalare l’Everest, raggiungendo la vetta in poco meno di 17 ore.
  22. Fino a quando 2018, la vetta dell’Everest è stata fatta circa 5mila ascensioni di successo.
  23. L’Everest era una volta il fondo dell’oceano. Per gli standard geologici, la montagna è piuttosto giovane – ha circa 60 milioni di anni. Ad un’altitudine fino a 4 chilometri, sulle sue pendici si trovano ancora a volte resti fossili di creature marine.
  24. Secondo la legge, ogni scalatore, discendente dall’Everest, deve portare con sé almeno 8 kg di spazzatura. Se ha meno della propria spazzatura, deve raccogliere quella di qualcun altro, che, purtroppo, è abbondante sui pendii della montagna. In caso contrario, dovrai pagare altri 4mila dollari.
  25. Nell’intera storia della conquista dell’Everest, poco più di 200 persone hanno raggiunto la sua vetta senza usare maschere di ossigeno.
  26. Molti abitanti del Nepal e del Tibet considerano l’Everest una montagna sacra e lo trattano con timore reverenziale.
  27. Il primo uomo conquistò la vetta dell’Everest nel 1953 e la prima donna nel 1975.
  28. Sherpa Appa Tenzing, una delle guide locali che accompagnano i turisti a pagamento, è stata in cima all’Everest più spesso di chiunque altro. Ha raggiunto la vetta 21 volte e non ha mai usato bombole di ossigeno e maschere.
  29. Nel 2001, il primo alpinista cieco di nome Eric Weihenmeier ha scalato con successo l’Everest.
  30. Il gruppo più grande mai scalato Everest, era composto da 410 alpinisti cinesi.
  31. I nepalesi e gli sherpa chiamano l’Everest dopo Sagarmatha.
  32. La vita si incontra in alta quota. Quindi, i ragni saltatori vivono sull’Everest fino a un’altezza di 6,7-6,8 chilometri sul livello del mare, dove non c’è quasi più vita (fatti interessanti sui ragni).
  33. Mauna Kea vulcano hawaiano su più di un chilometro più in alto dell’Everest, se si conta non dal livello del mare, ma dai piedi alla cima.

Lascia un commento